L’Eni da Enrico Mattei a Claudio Descalzi. Di R. Macri

      Roberto Macrì, entrato in Eni nel 1968, ha lavorato per 18 anni nella holding e poi in due società del Gruppo, Samim ed Italgas. Attualmente scrive sulla  Staffetta Quotidiana di energia e di acqua anche con riferimento  alle vicende del Gruppo Eni. Cortesemente ha dato l’autorizzazione ad Apve per pubblicare alcuni interessanti articoli, pubblicati in passato sulla Gazzetta Quotidiana, raccolti sotto il titolo ”L’Eni, da Enrico Mattei a Roberto Descalzi.”.

L’articolo contiene 4 saggi su Enrico Mattei e l’Eni, oltre a due saggi sul problema dell’Acqua.

Le vite parallele di Mattei ed Olivetti. Di R. Macri   Commento al libro Lo Stato parallelo. Di R. Macri      Commento su mostra Il cane a sei zampe. Di R. Macri     Il metano in Italia una avventura premeditata. Di R. Macri

La formula Mattei – Boldrini per lo sviluppo dei popoli

L’Acqua dell’ONU. Di R. Macri      La Fabbrica dell’acqua è un Pozzo di scienza. Di R. Macri

 

One Response di approvazione.

  1. Rodriguez Elio ha detto:

    Caro Roberto Macrì, mi ha fatto molto piacere sapere che sei diventato uno dei nostri ( associato APVE )ma soprattutto che sei sempre in prima linea con le tue chiare e convincenti idee : ho un buon ricordo degli anni di fattiva collaborazione trascorsi insieme sperando soprattutto di migliorare la situazione del Sud Italia ( IASM ).
    Ho letto quasi tutti i tuoi articoli e non posso che compiacermi e condividere quanto hai scritto e commentato sul grande Enrico Mattei e sul suo operato. Un pò di amaro in bocca nel leggere quanto pubblicato dalla ” STAFFETTA “. Povero Mattei : dopo il suo assassinio quasi tutti i suoi successori non hanno fatto altro che distruggere quanto di buono Egli aveva fatto per la sua amata ITALIA e per i suoi collaboratori che trattava con tanto amore e rispetto corrisposti. Noi dell’ APVE lo ricordiamo e lo commemoriamo tutti gli anni da quando esiste la nostra associazione. Sarei veramente lieto se un giorno ti facessi vedere nella nostra sede di Bolgiano. Cordialissimi saluti ed auguri.
    Elio Rodriguez

Lascia un commento

Inserisci qui sotto il tuo commento