Per l’Eni Ravenna rappresenta  non solo una importante provincia petrolifera, ma è stata anche una scuola in cui tanti tecnici dell’Agip hanno sviluppato competenze professionali nell’esplorazione e produzione petrolifera offshore, consolidando i  successi ottenuti nella ricerca di idrocarburi nella Valle Padana  a partire dagli anni Quaranta. Le scoperte di gas nell’Adriatico hanno poi fatto di Ravenna la capitale della petrolchimica italiana, partendo dal metano come materia prima. Da Ravenna, […]

» continua

     L’articolo è una raccolta organica di ricordi di ex dipendenti Eni che hanno lavorato nel settore della geofisica ed è stato realizzato a cura dell’Associazione Pionieri e Veterani Eni (APVE), con  l’obiettivo di mantenere viva la memoria delle vicende passate del Gruppo Eni, in modo che questi avvenimenti non vadano perduti nelle nebbie del tempo.   Il ricordo del passato, oltre ad avere un’importanza e un valore storico incommensurabili, contribuisce a […]

» continua

L’architetto del boom.     Eniday Staff   Un interessante video che descrive il ruolo di Mattei e dell’Eni nel Miracolo Economico dell’Italia. L’Italia povera del Dopoguerra, la Resistenza, il riscatto e il boom industriale. Alcide De Gasperi e Giorgio La Pira. L’epopea dell’Agip e la nascita dell’Eni. La legge per il sottosuolo e “quella volta che il presidente Segni si arrabbiò per la direzione del Giorno…”. E poi la figura gigante […]

» continua

    Egidio Egidi aveva 27 anni quando venne chiamato da Mattei per seguire le attività in Val Padana e fin da subito divenne uno dei suoi più stretti e fidati collaboratori. Mattei lo nominò prima direttore del Settore Agip di Ravenna e successivamente direttore generale di Agip Mineraria. È proprio nell’Adriatico che emersero le sue grandi e indiscusse capacità tecniche e organizzative, scoprendo il primo giacimento offshore di metano in […]

» continua

      Articolo ricavato da documenti messi in linea dal sito  www.eniday.it   Grazie ai milioni di investimento per la riconversione della raffineria, le energie rinnovabili e la riqualificazione urbana, il sole torna a splendere sulla cittadina siciliana. Ma per capire meglio il presente di Gela dobbiamo analizzare il passato. Lo facciamo attraverso i documentari Eni e un libro, recentemente pubblicato da un docente dall’Università di Catania che li ha studiati nell’Archivio […]

» continua

    Le tipologie edilizie e i concetti urbanistici adottati per il programma residenziale dell’Eni dipendevano più dalla cultura personale dell’architetto incaricato che da modelli imposti a priori dall’ente stesso. Enrico Mattei sceglieva personalmente gli architetti o i designer a cui affidare un nuovo progetto edilizio che doveva aderire ai suoi concetti manageriali. Riferendosi alla sua holding, Mattei usava in più casi l’appellativo di “grande famiglia”. Questa espressione, che potrebbe erroneamente […]

» continua

      Roberto Macrì, entrato in Eni nel 1968, ha lavorato per 18 anni nella holding e poi in due società del Gruppo, Samim ed Italgas. Attualmente scrive sulla  Staffetta Quotidiana di energia e di acqua anche con riferimento  alle vicende del Gruppo Eni. Cortesemente ha dato l’autorizzazione ad Apve per pubblicare alcuni interessanti articoli, pubblicati in passato sulla Gazzetta Quotidiana, raccolti sotto il titolo ”L’Eni, da Enrico Mattei a Roberto […]

» continua

     A 30 anni dalla morte di Primo Levi viene ricordata la sua visita alla nave posatubi Castoro 6 della Saipem e la sua opera nel filone della letteratura industriale, in voga negli anni Sessanta, con il romanzo “La chiave a stella”. pubblicato da Einaudi nel 1978- Per questo romanzo Primo Levi si aggiudicò il Premio Strega nel 1979. Nel 1989 Primo Levi, su invito di Gandoli, presidente della Saipem, […]

» continua

    L’articolo è stato presentato nella conferenza organizzata ad Agordo il 30 dicembre 2016 a cura dell’Associazione Periti  Industriali Minerari di Agord0 e dell’Associazione Bellunesi nel Mondo.  Oltre a cenni storici sull’industria del petrolio, viene illustrato lo sviluppo dell’Agip e dell’ENI dalla fondazione dell’Agip nel 1926 ai nostri giorni, ricordando la presenza dei  periti minerari agordini nelle varie attività del Gruppo ENI. Periti minerari agordini in Eni. Di G. Soccol

» continua

        Nell’ambito delle attività del gruppo ENI, nel 1978 la SNAM provvedeva all’approvvigiona­mento, al trasporto, alla distribuzione e alla vendita del gas naturale prodotto in Italia e/o acquistato da paesi esteri. La SNAM gestiva nel 1978 la rete nazionale dei metanodotti, che si sviluppava per circa 13.000 km e che raggiungeva tutte le regioni dell’Italia continentale e la Sicilia, collegando capillarmente comuni e stabilimenti industriali. La SNAM era impegnata anche […]

» continua